Regione Lombardia

Attività Produttive

Ultima modifica 20 febbraio 2018

Con la suddetta normativa è stato abolito il nulla osta all’esercizio di attività lavorative e depositi di cui al paragrafo 3.1.9 del Regolamento Locale di Igiene Tipo (DGR 23.07.1989 n.IV/45266).
La nuova normativa prevede la sostituzione del suddetto nullaosta con una dichiarazione di inizio di attività produttiva, da presentare allo Sportello Unico per le attività produttive o comunque alla struttura individuata dal Comune; quest’ultimo provvederà ad inoltrarne copia all’ASL competente per territorio ed al Dipartimento territoriale dell’ARPA (se dovuto).
La presentazione della dichiarazione di inizio di attività produttiva, resa sottoforma di dichiarazione sostitutiva di atto di certificazione e/o atto di notorietà, costituisce titolo per l’immediato avvio dell’attività.

Alla suddetta dichiarazione di inizio di attività produttiva, dovranno essere allegati i seguenti documenti:

  • relazione tecnica
  • planimetria dello stabilimento con indicazione della collocazione urbanistica e delle lavorazioni che si effettuano nei singoli locali
  • scheda relativa alla compatibilità ambientale
  • eventuali autorizzazioni necessarie allo svolgimento dell’attività produttiva (scarichi - rifiuti - emissioni - prevenzione incendi - ecc..)
  • nel caso di impresa del settore alimentare: scheda di notifica ai fini della registrazione all’ASL
  • nel caso di attività di vendita e commercio di prodotti fito-sanitari e coadiuvanti di prodotti fito-sanitari: copia del certificato di abilitazione alla vendita di cui all’art.23 DPR 23.04.2001 n.290
  • attestazione di versamento del bollettino postale per diritti sanitari (intestato a ASL Provincia di Cremona – Servizio Tesoreria - c/c postale n° 11527264 )